IKEA E LEROY MERLIN DICONO ADDIO PER PRIME AL POLISTIROLO PER GLI IMBALLAGGI

Paolo Bizzotto

by Paolo Bizzotto

Esperto in Marketing internazionale, laureato in ingegneria in Germania e in economia alla Columbia University di New York, si occupa da sempre di sviluppo commerciale e internazionale.

Alcuni tuonano che pur avendola rinviata è pur sempre una tassa. Altri ritengono che possa fare bene all’ambiente. Ma quello che nessuno ci dice è che le nostre aziende stanno pagando da anni la Plastic Tax degli altri paesi europei…

Leggi questa storia e valuta da solo.

Sappiamo tutti che buona parte delle aziende di produzione spediscono i loro prodotti imballati in scatole di cartone… Spesso con all’interno dei termoformati in polistirolo (plastica) a mo di protezione.

Questo è quello che sappiamo tutti. 

CIO’ CHE NON VIENE DETTO E’ CHE :

1. Il costo di smaltimento del polistirolo è 37 volte superiore a quello del cartone

2. Più a nord andiamo più aumenta il costo di smaltimento

3. Tanto che alcuni clienti del nord europa trovano più conveniente rispedire in Italia i termoformati piuttosto che smaltirli in loco, con costi più elevati per tutti.

 

IL CONTO ALLA ROVESCIA E’ GIA INIZIATO: 

Ikea, Leroy Merlin e molti altri stanno già depennando dai loro fornitori quelle aziende che usano ancora il vecchio polistirolo 

Schermata 2019-12-06 alle 09.28.19

 

E TU HAI GIA’ PENSATO AD ATTREZZARTI PER IL FUTURO ?

Se lo hai già fatto allora saprai che sostituire il polistirolo con il cartone multistrato non solo ti rende più interessante all’estero ma ti fa anche risparmiare un sacco di soldi.

Se non lo hai ancora fatto ti invitiamo a contattare Pacart Srl, una bella azienda nostra cliente specializzata proprio nel sostituire il costoso polistirolo con soluzioni personalizzate in cartone multistrato.

Un tecnico esperto ti farà uno studio di fattibilità gratuito mostrandoti come fidelizzare i tuoi clienti risparmiando soldi 

COMPILA ORA IL FORM QUI SOTTO E COMINCIA SUBITO A RISPARMIARE FIDELIZZANDO I CLIENTI


Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *